Grappolo

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Il terreno calcareo-marnoso  

L’azienda è composta da una superficie vitata di ha 21 di cui ha. 11 di Moscato Bianco di Canelli, ha 8 di Chardonnay e ha 2 di Pinot Nero. 

Il vento di mare e milioni di anni di erosione da parte degli agenti atmosferici hanno donato a Loazzolo uno straordinario microclima e un territorio particolarmente vocato alla coltivazione della vite in alta collina.

Il vero indiscusso protagonista di questa valle è il bosco, che grazie alla sua miscellanea di varietà faunistiche e floreali rappresenta un bacino importante di ossigeno e di equilibrio necessari ad una viticoltura eco-compatibile.

La personale interpretazione del vignaiolo è poi necessaria per rendere sublimi i raccolti.

I vini rappresentano l’espressione del territorio e del suolo che a Loazzolo risulta essere sabbioso, tufaceo, calcareo ma privo di argilla e sostanze minerali, pertanto estremamente adatto a produrre vini di lunga conservazione e dai contenuti aromatici ricchi ed eleganti.

Testimonianza di questa nostra riflessione sono i vigneti storici posizionati nei seguenti Cru:

 

LA CALIERA  -  vigneti di Moscato  -  esposizione Sud-Ovest  450 slm
CREVOGLIO  -  vigneti di Chardonnay, Pinot Nero e Moscato  -  esposizione Est  400 slm 
PIAN MUCIOT  -  vigneto di Chardonnay  -  esposizione Est  380 slm
PIAN SURAN  -  vigneti di Moscato  -  esposizione Est  480 slm
EL RIVE  -  vigneti di Moscato  -  esposizione Sud  360 slm
EL BRIC  -  vigneti di Moscato  -  esposizione Est  380 slm
LA FEJA  -  vigneti di Moscato e Chardonnay  -  esposizione est  530 slm
EL FUNDEIN  -  vigneti di Moscato  -  esposizione Sud Ovest  400 slm
AL CABANON  -  vigneto di Chardonnay  -  esposizione Ovest  570 slm
LA SREJA  -  vigneto di Pinot Nero  -  esposizione est  390 slm

 

Questo sito prevede l'utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioni